il Tacco di Bacco
 
Oggi è giovedì 21 novembre 2019!

Tipografia del Commercio

ANTICA TIPOGRAFIA

Musei, gallerie d'arte e luoghi interessanti Musei, gallerie d'arte e luoghi interessanti

Correva l’anno 1926 quando Umberto Buttazzo e suo figlio Antonio fondano la tipografia “La Teatrale”, specializzata in lavori legati allo spettacolo, allora particolarmente fiorente. Testimonianza di quel periodo locandine e manifesti, gelosamente custoditi, alcuni dei quali sono stati esposti nella mostra“Memorie di Scena, organizzata dall’Archivio di Stato nell’aprile 2001.
Tra i più significativi, i manifesti dedicati a Tito Schipa che hanno suscitato l’interesse dell’ingegner Gianni Carluccio, instancabile custode dei cimeli del grande tenore e responsabile dell’ “Archivio Schipa”.
Da via dei Conti di Lecce, la tipografia si trasferisce nel 1934 in via Boemondo e dal 1992 nell’attuale sede in via dei Perroni, 21.
Nel frattempo ha mutato la ragione sociale: “La Teatrale” è diventata “Tipografia Del Commercio”, estendendo la propria attività alle esigenze di una città sempre più operosa.
La Società agli inizi degli anni ’30 apre per qualche tempo anche una succursale a Squinzano con la denominazione “La Squinzanese”, diretta da Antonio, persona di grande intuizione, talento, capacità di anticipare i tempi, che sposerà una bella ragazza del paese da cui avrà quattro figli.
Sono anni di intensa attività, di frequentazione con personaggi illustri dello spettacolo, della politica, dell’economia, dell’arte e della cultura che si ritrovano tra inchiostri, cassetti dei caratteri, macchine in continuo movimento a progettare e discutere.
Entrare nella tipografia significa ritrovare tutto il fascino dell’arte della stampa, arte antica e ingegnosa, capace di produrre capolavori, che il professor Donato Valli dell’Università degli studi di Lecce ha illustrato in loco a gruppi di studenti della facoltà di Beni culturali, tenendo interessanti lezioni.
Fascino che si conserva intatto anche nell’epoca dei computer, come ha affermato Toti Carpentieri il giorno d’apertura della mostra da lui stesso curata, che espone alcuni tra i più suggestivi lavori realizzati da Antonio Buttazzo e racconta un pezzo di storia della città.
Tra le tradizioni della tipografia, i bellissimi manifesti delle celebrazioni patronali. Un manifesto del 1949 è stato esposto presso la “Società Operaia” nel 1999 e altri sono stati presentati successivamente, attraverso la stampa locale, da Alberto, figlio di Antonio, continuatore dell’attività di famiglia, sempre in occasione della festa di Sant’Oronzo.
Alberto, appassionato d’arte e artista lui stesso, ha seguito i movimenti d’avanguardia negli anni Settanta; ha partecipato a mostre personali e collettive, riportando ambiti riconoscimenti, e alle attività del Centro Gramma, espressione nel Salento della sperimentazione artistica, con un seminario sull’arte contemporanea presso l’Università di Lecce.
Per questo nel 1999 ha accettato di buon grado di ospitare nei locali della sua tipografia una tappa del percorso della mostra “Kontemporanea”, organizzata dal “Raggio Verde”.

E la tradizione continua………..

Indirizzo

Lecce (Lecce)

Via dei Perroni, 21

GPS 40,34985 N 18,17214 E

Giorno di chiusura

Domenica

Scrivi una recensione



Dove mangiare nella vicinanze

TRATTORIA PIZZERIA
2 minuti
A piedi
NORCINERIA / LABORATORIO ENOGASTRONOMICO MUSICALE ED ARTISTICO
2 minuti
A piedi
RISTORANTE-WINE BAR
3 minuti
A piedi
PIZZERIA
3 minuti
A piedi
BISTROT, RISTORANTE, EVENTI LIVE, WINEBAR, LOUNG BAR
4 minuti
A piedi

Se hai stampato queste pagine, ricordati di cestinarle nel raccoglitore della carta.
If you print these pages don't forget to trash them in a recycle bin.

Quando sfogli le pagine di questo sito, i cookie e altre tecnologie vengono utilizzate per migliorare la tua esperienza e personalizzare il contenuto e alcuni spazi pubblicitari che vedi.
Visita la nostra informativa sulla privacy (aggiornata al 25/05/2018) per saperne di più. Privacy Policy
Cliccando su accetta o continuando a navigare sul sito, accetti l'uso dei cookies e dei dati. Ulteriori informazioni Accetto i cookie da questo sito