il Tacco di Bacco
Oggi è martedì 21 novembre 2017!

40? Punk Attack Open Call per Artisti

40? Punk Attack Open Call per Artisti
40 PUNK ATTACK ART è aperto a tutti gli Artisti, senza limiti di età, sesso, nazionalità o altra qualificazione. Ogni artista può partecipare con una o più opere anche a più sezioni. Le opere presentate possono essere non inedite.Gli artisti dovranno reinterpretare una copertina di un album di qualsiasi band punk ,(inglese,americana,italiana etc.) su un supporto di un disco in vinile e sulla sua copertina in cartoncino. Le misure massime consentite per la realizzazione della copertina in cartone sono di 30 x 30 cm.

Londra torna a essere punk: sono passati quarant'anni da quando la storica formazione inglese dei Sex Pistols ha pubblicato il singolo Anarchy in the U.K., dando voce ad un movimento giovanile aggressivo ed irriverente.
Anche se la meteora sonora del punk si è esaurita nel giro di una manciata di anni (salvo rarissime eccezioni), le regole della scena musicale sono state sovvertite in modo consistente dal suo passaggio.

L’ispirazione per questo trasgressivo garage-rock, tuttavia, arriva niente poco di meno che dai mostri sacri della musica anni sessanta: Lou Reed, gli Stooges e David Bowie. Sono loro i padri nobili di questo movimento composto da ragazzini scatenati pronti con le loro chitarre ed il loro coloratissimo look ad opporsi ad ogni forma di conformismo. E la voglia di provocare è stata la cifra stilistica della subcultura londinese fine anni settanta, che ha lasciato un segno indelebile sulla città più trend d’Europa. La musica ha assunto un volto nuovo, fatto di ritmi sincopati, distorsioni e testi al limite della denuncia, che sono divenuti il marchio di fabbrica degli UK Subs, dei The Clash, dei Siouxsie and the Banshees e,ovviamente, degli inconfondibili “Sex Pistols”.

L’abbigliamento e le bizzarre acconciature sono state il vero punto di rottura, quello più visibile a tutti: è stata Vivienne Westwood, la prima stilista a vestire i musicisti con abiti strappati, borchie e giubbotti di pelle che, assieme alle caratteristiche creste colorate, sono diventati il manifesto della nuova gioventù rivoluzionaria.

Ora, dopo quarant'anni, Lecce si prepara a ricordare quel periodo travolgente. Come disse Glen Matlock, “l’essere punk è un qualcosa che va oltre l’apparenza, è un modo di essere, significa non seguire la massa, continuando ad essere interessanti e vitali”.

Frank Lucignolo in collaborazione con Kiio Lab Spazio coworking e 167 B street presentano una collettiva di artisti nazionali e internazionali per festeggiare i 40 anni della nascità musica punk. Il luogo dell’esposizione sarà presso KiiO Lab Spazio Coworking in via Taranto 219 Lecce.

Le opere devono essere consegnate entro il 17 novembre,e possono essere spedite
al seguente indirizzo:
Francesco Luceri
Via Corsica 54
73010 San Donato di Lecce

Per info: fb francesco frank lucignolo luceri - Email frankazione@gmail.com

SCRITTO DA lobellorecords il 17/10/2016

(letto 714 volte)

Se hai stampato queste pagine, ricordati di cestinarle nel raccoglitore della carta.
If you print these pages don't forget to trash them in a recycle bin.

il Tacco di Bacco prevede l‘utilizzo dei "Cookies", che non sono biscotti al cioccolato ma dei file inviati al vostro browser. Continuando a navigare si considera accettato il loro utilizzo. Ulteriori informazioni Accetto i cookie da questo sito