il Tacco di Bacco
Oggi è giovedì 25 maggio 2017!

Recensione: Raphael Gualazzi al Teatro Team di Bari - 3 dicembre 2016

Recensione: Raphael Gualazzi al Teatro Team di Bari - 3 dicembre 2016
Se dici jazz si può star tranquilli che il pubblico al concerto sarà molto meno numeroso, conviene non parlare di genere, meglio dire che c’è il concerto di Raphael Gualazzi quello che ha vinto San Remo nel 2011, o che sullo stesso palco nel 2014 si è presentato con quel tizio con la maschera, o ancora quello che canta l’estate di John Wayne, popolarissimo pezzo interpretato con citazioni sonore “Battiato style” e che ha riportato l’artista in primo piano nelle radio e sulla TV d’intrattenimento.

In realtà ieri (3 dicembre) al Teatro Team abbiamo ascoltato cover di Lester Young (jazz) e Nat Gonella (Dixieland), assoli al pianoforte di tale velocità che viene istintivo pensare alla sfida di  Ferdinand "Jelly Roll" Morton e Novecento, nel film “La leggenda del pianista sull’oceano”, ma anche a Fred Buscaglione e Renato Carosone, in particolare quando Gualazzi interpreta Mondello Beach. Sono riaffiorati i ricordi dei saloon dei film Western americani dove non mancava mai l’inquadratura della scritta “don’t shoot the pianist” e anche dei locali stile cotton club o meglio ancora degli "Speak-easy” club clandestini del tempo del proibizionismo dove si entrava solo conoscendo la parola d’ordine.

Ma il concerto è tutto un saggio di generi musicali e arrangiamenti, oltre a quelli citati, la set list prevede anche sonorità bossa nova con Buena Fortuna, reggaeggianti con A three second Breat, black soul e funky con Right to the Dawn.
Come sempre l’emozione del live ci fa apprezzare alcune sonorità sfuggite all’ascolto dell’album uscito lo scorso settembre, ma non è il caso della title track Love Live Peace bellissima nella interpretazione NeoSoul, nella quale la sezione fiati col controcanto vocale non ha fatto sentire la mancanza delle coriste black di cui l’artista si è servito in precedenti tour.

A proposito di Band, un ensemble di sei talenti polistrumentisti, tre per la sessione fiati che alternavano trombone e Basso tuba, sax tenore e flauto traverso, tromba e sordine varie e poi basso e contrabbasso, batteria e percussioni e infine chitarre. Nessun problema di acustica nel Teatro Team, due ore di divertimento per tutte le tipologie di pubblico presente, dal più attento e raffinato a quello che segue le classifiche e le hit del momento. Il concerto si chiude con due bis, segno dell’amore per la musica e del rispetto del pubblico di Raphael Gualazzi.

A.O.

Set List Teatro Team 3/12/2016 concerto di Raphael Gualazzi tour "Love Life Pace Tour 2016"

1. Tickle Toe (Lester Young cover)
2. Lotta Things
3. Figli del Vento (english version)
4. A three second Breath (reggaeggiante)
5. Reality and Fantasy (with drum solo)
6. Love live peace
7. Pinzipo
8. I wanna be like you (the monkey song)
9. L' estate di John Wayne
10. Buena Fortuna
11. Right to the Dawn
12. Splende il mattino
13. Mondello beach
14. Seventy days of love (acceleratissima)
15. All alone
16. Run Joe
17. Let Him live (nat gonella cover)
18. Sai Ci basta un sogno
19. Follia d'amore

Encore:
20. Piano solo
21. Lady “O
Encore 2:
22. Un mare di Luce

SCRITTO DA SnowVilliers il 05/12/2016

(letto 405 volte)


 

  • Maggio 2017
  • Aprile 2017
  • Marzo 2017
  • Febbraio 2017
  • Gennaio 2017
  • Dicembre 2016
  • Novembre 2016
  • Ottobre 2016
  • Settembre 2016
  • Agosto 2016
  • Luglio 2016
  • Giugno 2016
  • Maggio 2016
  • Aprile 2016
  • Marzo 2016
  • Febbraio 2016
  • Gennaio 2016
  • Dicembre 2015
  • Novembre 2015
  • Ottobre 2015
  • Settembre 2015
  • Agosto 2015
  • Luglio 2015
  • Giugno 2015
  • Maggio 2015
  • Aprile 2015
  • Marzo 2015
  • Febbraio 2015
  • Gennaio 2015
  • Dicembre 2014
  • Novembre 2014
  • Ottobre 2014
  • Settembre 2014
  • Agosto 2014
  • Luglio 2014
  • Giugno 2014
  • Maggio 2014
  • Aprile 2014
  • Marzo 2014
  • Febbraio 2014
  • Gennaio 2014
  • Dicembre 2013
  • Novembre 2013
  • Ottobre 2013
  • Settembre 2013
  • Agosto 2013
  • Luglio 2013
  • Giugno 2013
  • Maggio 2013
  • Aprile 2013
  • Marzo 2013
  • Febbraio 2013
  • Gennaio 2013
  • Dicembre 2012
  • Novembre 2012
  • Ottobre 2012
  • Settembre 2012
  • Agosto 2012
  • Luglio 2012
  • Giugno 2012
  • Maggio 2012
  • Aprile 2012
  • Marzo 2012
  • Febbraio 2012
  • Gennaio 2012
  • Dicembre 2011
  • Novembre 2011
  • Ottobre 2011
  • Settembre 2011
  • Agosto 2011
  • Luglio 2011
  • Giugno 2011
  • Maggio 2011
  • Aprile 2011
  • Marzo 2011
  • Febbraio 2011
  • Gennaio 2011
  • Dicembre 2010
  • Novembre 2010
  • Ottobre 2010
  • Settembre 2010
  • Agosto 2010
  • Luglio 2010
  • Giugno 2010
  • Maggio 2010
  • Aprile 2010
  • Marzo 2010
  • Febbraio 2010
  • Gennaio 2010
  • Dicembre 2009
  • Novembre 2009
  • Ottobre 2009
  • Settembre 2009
  • Agosto 2009
  • Luglio 2009
  • Giugno 2009
  • Maggio 2009
  • Aprile 2009
  • Marzo 2009
  • Febbraio 2009
  • Gennaio 2009
  • Dicembre 2008
  • Novembre 2008
  • Settembre 2008
  • Agosto 2008
  • Luglio 2008
  • Giugno 2008
  • Maggio 2008

Se hai stampato queste pagine, ricordati di cestinarle nel raccoglitore della carta.
If you print these pages don't forget to trash them in a recycle bin.

il Tacco di Bacco prevede l‘utilizzo dei "Cookies", che non sono biscotti al cioccolato ma dei file inviati al vostro browser. Continuando a navigare si considera accettato il loro utilizzo. Ulteriori informazioni Accetto i cookie da questo sito