il Tacco di Bacco
Oggi è martedì 12 dicembre 2017!

La "Superstizione del piccione" e perché i giochi online sono così coinvolgenti

La "Superstizione del piccione" e  perché i giochi online sono così coinvolgenti
Burrhus Frederic Skinner, uno dei più grandi pionieri della psicologia sperimentale e strenuo difensore del comportamentismo, ha condotto nel 1948 un esperimento che avrebbe cambiato molte delle basi dell’apprendimento e con cui aveva intenzione di sperimentare le reazioni degli animali in seguito ad un rinforzo positivo o negativo: l’esperimento fu denominato “Superstizione del piccione”, più comunemente ricordato come la Scatola di Skinner (Skinner’s box).

L'esperimento consiste in una scatola che contiene un piccolo animale che dovev premere un pulsante per ottenere del cibo, che veniva fornito solo quando l’animale premeva un pulsante.

Gli animali associano il bottone al cibo.
La Scatola di Skinner era dotata di un dispositivo che registrava ogni risposta data dall’animale.

Qual era esattamente lo scopo dell’esperimento? Studiare il comportamento di un soggetto in un ambiente molto controllato. Ad esempio, determinare quale tipo di rinforzo ha portato ad tasso di risposta più alto nei soggetti di studio.

E che cosa la mette in relazine con i videogiochi, il free-to -play e le slot machine online? Quando l’ambiente è controllato da un rinforzo continuo positivo, come le vincite nei videogiochi.

Tornando a Skinner, questi ha sostenuto più di 60 anni fa che la frequenza di un particolare comportamento è legata al fatto che il soggetto venga premiato o punito.

Se un comportamento viene ricompensato è più facile che si ripeta. Con la punizione, il comportamento non si ripete. Questa teoria ingannevolmente semplice e diretta può spiegare perché alcuni giochi come Candy Crush sono così coinvolgenti.

In questo senso, se ci si ferma a pensare al ciclo di ricompense dei giochi free-to-play o ai bonus di un gioco contenuto in una piattaforma online, come Netbet Casino , ci si rende conto che, fin dall’inizio, soprattutto nei primi minuti di gioco, i premi partono subito per una compenso immediata, ma a mano a mano che si avanza nel gioco, la difficoltà aumenta

I compiti semplici che sviluppiamo nella maggior parte dei giochi di questo genere diventano un po’ ripetitivi e allo stesso tempo banali e non generano la stessa ricompensa come accadeva all’inizio. Ad un certo punto iniziamo ad eseguire nei giochi compiti più elaborati rispetto a prima, perché i compiti banali non sono più ricompensati


A differenza di altre forme di intrattenimento, in molti di questi casi, in questi giochi non c’è una storia. Non esiste alcun tipo di frame che permette al giocatore di esercitare un controllo, si impegna semplicemente perché vuole ottenere i premi. Si tratta di qualcosa che vogliamo assolutamente raggiungere.

SCRITTO DA admin il 28/09/2017

(letto 1236 volte)

Se hai stampato queste pagine, ricordati di cestinarle nel raccoglitore della carta.
If you print these pages don't forget to trash them in a recycle bin.

il Tacco di Bacco prevede l‘utilizzo dei "Cookies", che non sono biscotti al cioccolato ma dei file inviati al vostro browser. Continuando a navigare si considera accettato il loro utilizzo. Ulteriori informazioni Accetto i cookie da questo sito