il Tacco di Bacco
Oggi è sabato 21 aprile 2018!

Recensione spettacoli mese di Novembre ufficio stampa Amici della Lirica U.Giordano

Recensione spettacoli mese di Novembre ufficio stampa Amici della Lirica U.Giordano
Volge al termine il cartellone della 2° annualità di eventi prodotti dall'ASSOCIAZIONE BEL CANTO : FOGGIA MUSICA FESTIVAL e AMICI DELLA LIRICA UMBERTO GIORDANO anche quest'anno si riconfermano pilastri solidi della divulgazione culturale lirico- concertistica.

Lo scorso mese di novembre si sono succeduti diversi eventi musicali di alto livello artistico-musicale sempre presso il TEATRO GIORDANO di Foggia e il TEATRO GARIBALDI di Lucera.
Il 10 novembre scorso presso il TEATRO GIORDANO ha avuto luogo un concerto unico nel suo genere smaccatamente classico , dove ha visto protagonista la musica sacra e da concerto rappresentata dai nomi assoluti del genere oratoriale e da camera BACH -MOZART. Il numeroso pubblico accorso al concerto ha potuto ascoltare il Concerto per pianoforte ed ensemble strumentale K488 di W.A.MOZART mirabilmente eseguito dal raffinato pianista NUNZIO APRILE, e la CANTATA BWV 35 di J.S.BACH magistralmente eseguita dalla nostra massima esperta nel sud ITALIA del repertorio da camera- oratoriale tedesco il contralto MARIA GABRIELLA CIANCI con al pianoforte sempre il pianista Nunzio Aprile e l'Ensemble strumentale ormai consolidato "CENACOLO BACHIANO". Le interpretazioni dei due grandi brani, tra l'altro registrati dal vivo durante la serata, per l'incisione del CD che andrà a contenere tutto il repertorio oratoriale da camera prodotto nei cartelloni nel 2016/17, sono state eseguite impeccabilmente dai solisti e dai musicisti dell'ensemble, incantando il pubblico numeroso, e gran parte formato da giovani ; attenti e silenziosi che hanno tributato lunghi ed sentiti applausi alla fine del concerto. Il prossimo appuntamento con la grande musica oratoriale è previsto per il 18 e 19 dicembre presso il TEATRO GIORDANO e il DUOMO di LUCERA con la "BACHIANA DI NATALE" e vedrà protagonisti ancora il contralto MARIA GABRIELLA CIANCI , il pianista NUNZIO APRILE, la pianista GRETA NOTARANGELO, l 'ENSEMBLE VOCALE "I BELCANTISTI" e L'ORCHESTRA DEL CENACOLO BACHIANO che eseguiranno il CORALE della Cantata BWV 147, La CANTATA intera BWV 169, e la prima CANTATA DELL' ORATORIO DI NATALE BWV 248 di J.S.BACH.

Un inaspettato fuori programma ha visto una magica rappresentazione di QUADRI DALLA BOHEME DI G.PUCCINI eseguita sabato 18 novembre presso L'AUDITORIUM SANTA CHIARA in occasione di un evento di beneficenza promosso dai club LION di FOGGIA. Tale evento ha avuto come protagonisti i giovani e talentuosi cantanti lirici del LABORATORIO D'ARTE LIRICA E DRAMMATICA "OPERA STUDIO ACADEMY U.GIORDANO" circuito di alta formazione artistica appartenente all'Associazione Bel Canto di Foggia. Magnifico spettacolo di arte lirica intervallato da arte attoriale, con protagonisti di eccezione come il bravissimo e poliedrico attore NAZARIO VASCIARELLI che ha " raccontato" in veste di ultimo cantastorie, testo da lui stesso scritto per l'occasione, la dolce e triste storia di un gruppo di bohemienne che vivono l'arte e l'amore con semplicità ed incanto, affrontando la morte della dolce e fragile MIMÌ con disperata rassegnazione.
Protagonisti della storia musicata dal grandissimo PUCCINI sono stati i giovani cantanti dell' Opera studio Academy : MIMÌ FEDERICA MAROTTA soprano, meravigliosa interprete dal dolce ed intenso accento vocale dalla timbrica luminosa, perfettamente aderente al personaggio unitamente alla presenza scenica dotata di forte carica emotiva. RODOLFO : VALERIO PAGANO tenore, dotato di grande presenza scenica, con una vocalità estetica perfettamente a aplomb con la dolenza romantica voluta per impersonare il triste poeta innamorato della vita e della sua Mimì, MUSETTA: FRANCESCA PALMENTIERI soprano , che ha reso il personaggio frizzante e colorato sia con l'interpretazione scenica che con lo squillo del suo timbro vocale acuto e brillante. MARCELLO: PIETRO LISI baritono, interprete debuttante nel ruolo, dotato di bel timbro vocale e una spiccata presenza scenica rendendo fedelmente il ritratto del personaggio affidatogli. COLLINE : MICHELE ANTONETTI basso, che con la sua voce bronzea carica di pathos e la forte presenza scenica ha interpretato il ruolo con arte e sublimato il momento drammatico della morte di Mimì con la sua " vecchia zimarra" , infine ALCINDORO: ROBERTO MUCI tenore, che con la sua giusta interpretazione sia vocale che scenica ha reso nel 2° quadro, l'unico momento divertente e spensierato tra lui e il personaggio di Musetta.
La REGIA di MARIA GABRIELLA CIANCI si è basata principalmente sui dettagli interpretativi di ciascun personaggio, definendone il profilo caratteriale con gestualità ed espressioni del volto, stagliandone di ognuno la figura e facendoli emergere come da tableau di gusto preimpressionista. Ha poi delineato i quadri stessi con delicata sapienza , collocando i personaggi in posizioni che strategicamente hanno composto l insieme tratteggiando una BOHEME romantica e dolente come da tradizione.
Al pianoforte il maestro concertatore EMANUELE PETRUZZELLA ha condotto l'intera opera con maestria e conoscenza sapiente dello stile pucciniano, seguendo la linea del canto attraverso la riduzione orchestrale che comunque non ha ridotto l'effetto pieno delle armonie e delle famose melodie appartenenti alle arie solistiche dei personaggi.
Spettacolo di intensa bellezza condotto con sapienza e professionalità che ha ipnotizzato l'intera sala stracolma di pubblico, che alla fine dello spettacolo ha regalato lunghi e fragorosi applausi ad ogni protagonista. Un autentico successo!!!!

Infine il 25-26 novembre è andato in scena al TEATRO GIORDANO e il TEATRO GARIBALDI il RIGOLETTO di G. Verdi a quadri lirici. Un altro prezioso spettacolo lirico offerto in abbonamento nel cartellone degli AMICI DELLA LIRICA U.GIORDANO dell'ASSOCIAZIONE BEL CANTO di FOGGIA.
Protagonisti sempre i giovani talenti dell'OPERA STUDIO ACADEMY U.GIORDANO, con un padrino d'eccezione nel ruolo del protagonista del titolo : RIGOLETTO : il bravissimo baritono GIORGIO SCHIPA che con voce possente, drammatica, dall' intenso volume ed avvolgente timbro e ha reso la grottesca figura del " buffone di corte" tragica ed avvincente, facendo scorrere / nel tempo dei quadri rappresentati/ chiara ed a tratti devastante sul fronte emotivo, la narrazione della " maledizione" raggiungendo l'acme più acuto nell'ultimo quadro rappresentante la morte inaspettata dell'amata figlia Gilda.
GILDA : SACHIMI YAMADA soprano giapponese dotata di chiaro e limpido timbro perfettamente aderente al ruolo, vis drammatica molto accentuata che ha commosso per aver affrontato con esile figura un personaggio dalla chiara forza interpretativa.
DUCA DI MANTOVA: VALERIO PAGANO tenore che ritroviamo debuttante in un difficile ruolo, coraggiosamente affrontato con voce preparata e brillante, unita ad una vena forte interpretativa che ha reso giustizia ad un personaggio non amabile per caratterialita' ma amato dal pubblico per la sequela di arie famose cariche di retaggi di storica tradizione lirica.
MADDALENA 1° recita: MARCELLA PARZIALE mezzo soprano debuttante nel ruolo ,dotata di voce dal timbro molto bello, caldo e drammatico nell'accento, ha interpretato il ruolo con morbida avvenenza e sapienza nei movimenti sensuali e lenti che hanno contribuito a rendere ancor più credibile il ruolo contrastante nei sentimenti rispetto alle azioni. MADDALENA 2°recita IRINA VOLKOVA russa , che ha interpretato molto bene il ruolo, affrontandolo con sapiente peso vocale ed intensità drammatica negli accenti voluti, caratterizzando con timbro scuro ed elegante, momenti di voluttà e sensuale femminilita alternati a momenti di evidente contraddizione del personaggio.
SPARAFUCILE : MICHELE ANTONETTI basso debuttante nel ruolo, che ha disegnato il suo personaggio con mirabile sapienza e destrezza sia sul fronte vocale che quello scenico, voce scura, possente, drammatica ed armonica alternata da una vis teatrale di forte impatto a tratti tragico , anche per caratterizzare appieno il personaggio di losco figuro assassino prezzolato che vive attraverso la morte che procura alle sue vittime. MATTEO BORSA : ROBERTO MUCI tenore, debuttante nel ruolo, ha reso molto bene l'immagine di cortigiano maledetto, stagliando con voce ferma e vis scenica una credibile figura e di uomo corrotto in posizione di sudditanza perenne rispetto al DUCA DI MANTOVA.
GIOVANNA : LOREDANA MARTINO soprano debuttante nel ruolo, abbiamo avuto già modo di conoscerla in altri ruoli ma da protagonista come: Serpina, Zerlina, Berta, etc.... apprezzandone le doti canore di soprano lirico brillante nonché quelle sceniche che in questo caso si esplicavano nel primo atto attraverso un ruolo molto meno oneroso tecnicamente ma comunque importante.
LA VOCE RECITANTE : Vito DE GIROLAMO attore e curatore del testo narrativo basato sul libretto dell'opera omonima, dalla voce intensa di bronzo ramato, che ha saputo raccontare al pubblico attento la triste e lacerante storia di RIGOLETTO con picchi di acuto dolore nel suono delle parole che descrivevano il susseguirsi dei fatti, e ansante velocità di fraseggio nei momenti topici come poco prima della famosa invettiva : "CORTIGIANI VIL RAZZA DANNATA" oppure dopo con la rabbia sfogata nel delirante : "VENDETTA, TREMENDA VENDETTA", alternandosi con RIGOLETTO come in un improvvisato duetto tra voce recitata e voce cantata.
La voce dell'attore abbiamo potuto apprezzarla anche nella lettura del testo della Cantata BWV 35 di J.S.BACH eseguita nel CONCERTO D'AUTUNNO / sopracitato/del 10 novembre 2017 nell'ambito degli eventi previsti nel cartellone degli AMICI DELLA LIRICA U.GIORDANO
Riguardo alla regia affidata come consuetudine al bravissimo M° MARIA GABRIELLA CIANCI, ne emerge ancora una volta che la scelta ricade principalmente sull'interpretazione drammatica a tratti attoriale dei protagonisti, curando sempre gli aspetti più importanti come l'intensità espressiva nella vocalità alternata a quella scenica, sempre in sintonia tra loro, e curando poi nell'insieme quadro dopo quadro una sequenza di tableau cupi che nel loro crescendo hanno regalato al pubblico un RIGOLETTO energico e carico di suspense, per poi esplicarsi con cocente dolore nella morte e nella maledizione annunciata, in un sofferto e tragico quadro conclusivo.
Un plauso speciale riguardo alla selezione dei ricchi e preziosi costumi scena per la BOHEME, e per il RIGOLETTO va alla sartoria SHANGRILLA , all' assistente del M° CIANCI per le scene, costumeria e attrezzeria EMANUELA SALVATORE, si ringrazia vivamente il PICCOLO TEATRO nella persona del presidente :l'attore DINO LA CECILIA che da tre anni ospita il LABORATORIO D'ARTE LIRICA E DRAMMATICA " Opera Studio Academy. U. GIORDANO" , e a tutta l'organizzazione generale affidata come sempre al validissimo ed indispensabile M° DAVIDE LONGO presidente dell'ASSOCIAZIONE BEL CANTO che con le sue cure ed attenzioni porta avanti con non poche difficoltà l' intero progetto di divulgazione della cultura lirico/ musicale destinata innanzitutto ai giovani per i giovani e con i giovani.
Infine si ringraziano le Amministrazioni Comunali di Foggia e di Lucera e agli uffici dell’Assessorato alla Cultura.


Ufficio stampa Amici della Lirica Umberto Giordano

SCRITTO DA belcanto il 03/01/2018

(letto 1313 volte)

Se hai stampato queste pagine, ricordati di cestinarle nel raccoglitore della carta.
If you print these pages don't forget to trash them in a recycle bin.

il Tacco di Bacco prevede l‘utilizzo dei "Cookies", che non sono biscotti al cioccolato ma dei file inviati al vostro browser. Continuando a navigare si considera accettato il loro utilizzo. Ulteriori informazioni Accetto i cookie da questo sito