il Tacco di Bacco
Oggi è mercoledì 8 luglio 2020!

Cinque strumenti per imparare le lingue senza muoversi da casa

Cinque strumenti per imparare le lingue senza muoversi da casa

Imparare una nuova lingua è difficile, motivo per cui esiste un mercato online che propone applicazioni e strumenti che aiutano a farlo nel modo ottimale. 


A tale proposito, ecco un elenco dettagliato dei migliori cinque strumenti per imparare le lingue senza muoversi da casa.


Imparare una lingua tramite Skype


Se state cercando di acquisire una seconda (o un terzo) lingua, grazie al web avete a disposizione una miriade di opzioni, da quelle semplici alle più complesse e costose. In primis il consiglio è di imparare una lingua tramite Skype con un insegnante di inglese per TOEFL; infatti, questa applicazione vi consente di farlo in tempo reale con un insegnante madrelingua e persino di partecipare ad una chat multipla. 


In un periodo in cui lo smart working è praticamente un obbligo, ecco dunque che la suddetta applicazione di messaggistica istantanea è quanto di meglio ci possa essere per studiare una lingua ed impararla bene e velocemente. 


La piattaforma Duolinguo


A parte Skype che è sicuramente il modo più comodo e rapido per apprendere una lingua online con un insegnante che interagisce in tempo reale, ci sono altri validi strumenti di supporto che possono rivelarsi utili indipendentemente se si cerca di apprendere la lingua inglese, quella spagnola, il tedesco o la lingua francese, giusto per citare quelle maggiormente parlate al mondo. 


Premesso ciò, in riferimento ad altri quattro utili strumenti, iniziamo parlando di Duolingo ovvero una piattaforma che consente di imparare una nuova lingua in un modo facile e gratuito. 


Duolingo è infatti l'app di istruzione linguistica più scaricata al mondo, con oltre 300 milioni di utenti. La missione dell'azienda e di renderla divertente e accessibile a tutti. Duolingo infatti è stata progettata per sembrare quasi un gioco che tra l’altro si è dimostrato molto efficace. scientificamente dimostrato di essere efficace. 






Il programma Anki


La parola giapponese Anki, significa “memorizzare", ed è l’acronimo di una flashcard che esiste da svariati anni e che consente di mostrare una parola, una frase, un'immagine o addirittura riprodurre un suono, quindi lascerà la possibilità di stabilire la connessione, ripeterla, interpretarla e impegnarla nella memoria. 


Anki tra l’altro è un ottimo strumento per imparare le lingue poiché sulla piattaforma ci sono tonnellate di oggetti condivisi che è possibile scaricare e iniziare subito a memorizzare. Infine va aggiunto che Anki è gratuito ed è disponibile per Windows, OS X, Linux / BSD, iOS, Android e c'è anche un client Web. 


Il programma linguistico Memrise


Memrise è un programma di apprendimento delle lingue che si estende oltre il vocabolario e la lingua a cose come la storia e la scienza, ma al suo interno è arricchito con trucchi di memoria, immagini e altri strumenti utili per rendere più facile l'apprendimento di un nuovo idioma. 


Il suo focus è principalmente basato sulla memorizzazione, ma è anche progettato per aiutare gli interessati a divertirsi e imparare nel contempo la lingua scelta. 


Inoltre va sottolineato che Memrise è gratuito, basato sul Web e dispone anche di app per i dispositivi mobili con sistema operativo iOS e Android in modo che gli utenti possano prendere le lezioni anche quando sono in viaggio


Imparare una lingua con il metodo Pimsleur


Il metodo Pimsleur è basato sull'audio che si concentra sulla partecipazione a esercizi di conversazione e suono rispetto alla rigorosa memorizzazione e flashcard. 


Il metodo fornisce tra l’altro esercizi di lettura e di vocabolario, ma consente anche di fare conversazioni in tempo reale e imparare a parlare una lingua ad alta voce, oltre che a leggerla. 


Ogni esercizio dura in media 30 minuti, e consente di pronunciare frasi sia nella lingua di destinazione che in quella madre. Infine va detto che Pimsleur è disponibile in oltre 50 lingue, e ha alle spalle una storia ultradecennale (risale agli anni '60).


SCRITTO DA SnowVilliers il 04/06/2020

(letto 101 volte)

Se hai stampato queste pagine, ricordati di cestinarle nel raccoglitore della carta.
If you print these pages don't forget to trash them in a recycle bin.

Quando sfogli le pagine di questo sito, i cookie e altre tecnologie vengono utilizzate per migliorare la tua esperienza e personalizzare il contenuto e alcuni spazi pubblicitari che vedi.
Visita la nostra informativa sulla privacy (aggiornata al 25/05/2018) per saperne di più. Privacy Policy
Cliccando su accetta o continuando a navigare sul sito, accetti l'uso dei cookies e dei dati. Ulteriori informazioni Accetto i cookie da questo sito